IL TOPO VOLANTE

>
> Il volo del topo va sulle case, sui tetti, sulle case-matte,
> incontra nelle orecchie della notte
> una musica cupa che ci attraversa;
>
> egli (o meglio, esso) va attraverso le case di chi non
> è solito vegliare e non ci “sta”,
> per chi ci crede e per chi ancora vuole essere umano.
>
> Egli, o meglio esso, si affaccia alle finestre,
> bussa con un toc toc fastidioso, con la zampa,
> e aspetta fuori, fregandosi le mani, come fanno le mosche.
>
> Ha un sospiro beffardo sul musetto e muove i baffi:
> quando finalmente “gli” aprono, con una zampata lui,
> sgnaff!!, strappa il volto dalla faccia del suo “apritore”.
>
> RV
>
> P.s. Poesia ispirata dal pezzo “Flying of the Rat” dei Deep Purple (1971)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...