ALL’ERTA

Fascisti.

Gente orribile,
teste rasate, coltelli alla mano, spranghe nei pugni.
Odio inveterato contro gli stranieri, furore nazionalista.

Eppure. C’ho parlato su Facebook l’altra volta,
non mi sembravano poi così cattivi, così feroci.
Sembravano anzi teneri, anche un po’ infantili.

Come è mai possibile ciò? I cattivi allora sono buoni?
I violenti hanno allora un’anima dolce?
E chi sono i buoni? Chi i sociali?

Grandi dubbi…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a ALL’ERTA

  1. Mariateresa Sarpa ha detto:

    …di solito i “cattivi” sono i piu’ insicuri e frustrati così, secondo me, proiettano la loro rabbia (accumulata dall’infanzia) sugli altri (che siano “i neri” “i gay” ” i terroni” “gli zingari”). I “buoni” sono coloro che vivono la loro vita nel rispetto di se stessi e degli altri…sono coloro che hanno perdonato tutti i torti subiti da bambini, da adolescenti, da adulti e non hanno bisogno piu’ di scaricare la loro aggressivita’ repressa sugli altri… baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...